MANDY



Scivolate silenziosamente tra le buie strade di NihilVille. Dove incontrerete Mandy, una ragazza bella, dolce e sola, e John un uomo misterioso e oscuro.
NihilVille non è una città qualsiasi, è un incubo. Un concentrato delle brutture di questo mondo e delle fantasie più cruente. Per le anime in cerca di redenzione non sarà facile uscire da una realtà spietata.


Inizia così:
Fa freddo. Le strade sono ancora inumidite dalla pioggia, nelle buche ristagna l’acqua, che s’increspa a ogni soffio di vento. Forse pioverà di nuovo, continua a tuonare e qualche goccia scivola dal cielo. Le nuvole a quest’ora sono indistinguibili, prendono il cupo colore della notte. Il buio più profondo attanaglia le anime in pena, che a così tarda ora vagano ancora in cerca di qualcosa.
Mandy percorre sicura il marciapiede, anche se la sua, più che sicurezza, è rassegnazione. Il suo mondo è racchiuso tutto nel suo quartiere, e non è un bel posto.
Ogni città, nessuna esclusa, è divisa a metà, ovunque, non manca mai il quartiere detto “perbene” e quello “feccia”.
Nella città perbene la gente si indigna davanti al male, crede nei sogni e desidera il bene anche per il suo prossimo. Spesso, infatti, organizzano feste, sagre, concerti, aste a fine benefico, per raccogliere denaro, per salvare qualche angolo sperduto del mondo dall’esotico e impronunciabile nome. Sono esseri caritatevoli. Peccato che tanta generosità non vada più in là del loro naso. Non vedono il degrado in cui giace l’altro lato della loro stessa città, eppure si accorgono di poveri distanti kilometri...

Note dell’autrice
"Avevo delle cose importanti da dire ma non sapevo come elaborarle. L’ispirazione me l’ha data la mia gatta Matisse. Teneva le zampette anteriori sul vetro della finestra e mi supplicava con i suoi occhioni verdi di farla entrare in casa. Mi abbassai, poggiai la mano sulla finestra e, sebbene Matisse fosse consapevole di essere separata da me, iniziò a strofinare la testa contro il vetro in cerca delle mie carezze. Cosa c’entra tutto questo con un noir d’amore e d’azione? Eh, misteri del percorso creativo! Leggete “Mandy” e capirete."