LUNA




Una favola leggera come il vento, incantevole come il mare, meravigliosa come la Luna.



Inizia così:
Forti risuonarono i colpi sul portale e i lamenti squarciarono il silenzio.
Il parroco si destò di soprassalto dal suo sonno. Si alzò in fretta e infilò la tonaca. Era nel suo ruolo cercare di mantenere sempre un aspetto compito, era questo che si aspettavano tutti da lui: doveva essere il massimo esempio di ordine, moralità e misericordia.
Anche la perpetua si svegliò. Spaventata, al contrario del parroco, non si curò del suo aspetto - non che di solito se ne occupasse di più - si avvolse in una vestaglietta di lana e accese il lume a olio. Prima di correre ad aprire a quella povera anima che urlava disperata fuori dalla chiesa, passò dinanzi alla stanza del parroco e bussò per accertarsi che anch’egli avesse sentito.
«Padre!», lo chiamò dopo un paio di rintocchi sul legno.
«Sì, vengo!» Aprì all’istante visibilmente affannato e timoroso.
Dietro il portale della chiesa c’era una donna, questo era chiaro.
La perpetua fece luce con il lume e il parroco spostò il pesante ferro messo come sicura dietro la porta.
«Cosa c’è, figliola?» domandò ancor prima di aver visto il viso della donna.
«Deve nascere mio figlio! Sono sola, aiutatemi!» disse la donna disperata.
A quella risposta la perpetua e il parroco quasi avrebbero voluto richiudere il portale...

Note dell’autrice
"Le favole sono perfette. Sono brevi, avvincenti, e hanno sempre un significato. Esopo, Andersen, Perrault, Oscar Wilde sono per me una grande fonte d’ispirazione. “Luna” è il mio personale omaggio alle favole... e alla bellezza del mare e della Luna."

COMPRA!



"Luna" al PadovaExpoLibri 2016
Un ringraziamento speciale agli amici e colleghi AUTORI YOUCANIANI!


"Luna" ha raggiunto anche Londra!